07 Gen Approda anche a Tarquinia il Workshop teatrale di Pino Quartullo

Dopo il grande successo del laboratorio teatrale per bambini e ragazzi del Teatro di Carta, una nuova, straordinaria opportunità di formazione teatrale si realizza nella Città Etrusca grazie all’iniziativa dell’Associazione Amici del Cardarelli: mercoledì 10 gennaio debutta il Workshop Teatrale di Pino Quartullo, che metterà a disposizione della cittadinanza il suo talento e la sua solida professionalità.

Regista, attore, sceneggiatore, doppiatore, architetto, diplomato in Regia alla “Silvio D’Amico” e in Recitazione alla Scuola di Gigi Proietti, Quartullo ha alle spalle una carriera eccezionale, che lo ha visto condividere esperienze lavorative, creative e progettuali con i più grandi nomi del panorama teatrale e cinematografico: dallo stesso Proietti a Monica Vitti, suoi mentori artistici, passando per Mario Monicelli, Dino Risi, Vittorio Gassman, Pietro Garinei e Giuseppe Patroni Griffi.

Il Workshop, già attivo a Roma e a Civitavecchia (il cui Teatro Traiano si è avvalso per 12 anni della pregevole direzione artistica di Quartullo), si rivolge ad aspiranti attori o appassionati di teatro dai 20 anni in su, che vogliano sviluppare il proprio potenziale comunicativo attraverso la recitazione. La filosofia di base del Workshop, infatti, vede nel teatro un modo privilegiato per intraprendere un viaggio esplorativo di sé, per analizzare l’io e liberare energie e risorse interiori imprevedibili e inaspettate.

«Nove anni fa – racconta Quartullo – ho seguito un corso intensivo di una settimana con Francesca De Sapio sul metodo Strasberg per il recupero dell’assertività, della reattività e della consapevolezza del proprio carattere. Si è parlato anche della Bioenergetica. Io – evidenzia – faccio tesoro di tutte queste discipline e trovo che il recupero degli stati emotivi sia fondamentale per un attore, come per ogni individuo. Recitare fa bene, e questo corso può aiutare chiunque».

Il corso, tenuto e diretto da Quartullo, si svilupperà in molteplici direzioni: esercizi sulla voce e sugli stati emotivi, per restituire la verità dei sentimenti e scandagliare sé stessi, anche calandosi in situazioni emotivamente molto forti attraverso testi impegnativi come quelli di Shakespeare; tecniche di recitazione e dizione; potenziamento delle capacità mnemoniche; danza e movimenti coreografici. Chi desidera diventare un attore, o anche solo superare blocchi e inibizioni, diventare padrone di se stesso, sciogliere nodi e conflitti interiori, imparare ad usare al meglio l’espressività corporea, migliorare la capacità di relazionarsi con gli altri, divertirsi e sviluppare il proprio sense of humor, troverà in questo workshop pane per i propri denti. Un’occasione da non perdere, tanto più preziosa per una città sempre più interessata e motivata alla promozione del linguaggio teatrale. Per informazioni e iscrizioni: 333 7522252

No Comments

Post A Comment