27 Nov Presentazione del film “Finché c’è prosecco c’è speranza” al Cinema Etrusco

Domani 28 novembre, alle ore 21.25, il Cinema Etrusco proietta FINCHÈ C’È PROSECCO C’È SPERANZA con la presenza in sala del regista Antonio Padovan, la partecipazione di un esponente della Rete degli Spettatori e con la collaborazione di NaturaSì, che offrirà un brindisi di prosecco biologico e sconti dedicati presso il suo punto vendita a chi presenterà il biglietto di questa serata.

Il film è tratto dall’omonimo romanzo di Fulvio Ervas e ha come protagonista Giuseppe Battiston nei panni dell’ispettore Stucky.

Il film si svolge nella campagna veneta, colline del Prosecco, dove l’ispettore Stucky (Giuseppe Battiston), è chiamato a investigare su un apparente caso di suicidio: quello del facoltoso conte Desiderio Ancillotto, che si è tolto la vita con un gesto teatrale e improvviso.
Stucky (metà persiano, metà veneziano) appena promosso, tenta goffamente di portare avanti le indagini, schiacciato dall’inesperienza e dal peso di ingombranti questioni irrisolte. Tra filari e bollicine, il tenace ispettore si confronta con bottai, osti, confraternite di saggi bevitori, realizzando che la chiave per risolvere il mistero sta nella peculiare visione della vita che anima la zona; che la soluzione al suicidio-delitto del conte passa per la sua cantina, tra vetro e sughero, alcol e lieviti addormentati.

La critica ha giudicato favorevolmente questa opera prima, sia per i luoghi in cui si svolge, le splendide colline del Prosecco e i borghi di quella zona, che per gli attori, Battiston e gli altri del cast come pure il cameo di Vitaliano Trevisan, che per i temi affrontati, la sostenibilità, tanto in senso ambientale quanto esistenziale.

No Comments

Post A Comment