26 Giu Serata dedicata a “I Corti”, selezione di cortometraggi di ieri e di oggi

Per la rassegna “I Corti”, organizzata dall’Associazione culturale Viva Tarquinia, giovedì 29 giugno alle ore 20,30, presso “La Cadena” in via della Caserma 23, saranno proiettati quattro cortometraggi, che rappresentano la passione cinematografica di autori di ieri e di oggi.

Si inizia con il film “Giovani d’oggi, anni ‘60” del regista Emilio Valerioti, con Alfredo Bisogni, Rosella Mattei, Pino Moroni. Gli anni ’60 sono quelli che hanno visto i più importanti fermenti di tutto il secolo scorso. Ma l’impegno che i giovani di allora hanno dedicato allo studio ed alle arti, in egual misura lo hanno dedicato al lavoro. I cui frutti monetari e morali erano poi dedicati al loro tempo libero, fatto di piccoli divertimenti senza lussi né superfluo. Con la fantasia che si sbizzarriva per passare piacevolmente il tempo del gioco, dei rapporti, dell’amore. Emilio Valerioti, come tutti i registi che in quell’epoca descrivevano la società ancora pulita ed ingenua, provinciale ma spinta verso il benessere globalizzato, ha raccontato con il suo amore per la documentazione di quel mondo, storie di giovani reali nella loro vita quotidiana, o fiction di piccoli eroi di gialli e western. “Giovani d’oggi” è uno spaccato sulle prime estati al mare od in montagna, descrizione universale di un momento felice, descritto con freschezza, naturalezza ed affettuosità.

David Cerquatelli è un filmaker che fa sceneggiatura, regia, montaggio e qualsiasi altra cosa serva per realizzare un’opera filmica. Ha iniziato per hobby nel tempo libero poi la passione lo ha coinvolto. Si è documentato su libri e sul web per una conoscenza più approfondita del mezzo cinematografico, cercando di realizzare opere sempre più interessanti. Appassionato di cinema ha fatto frutto delle tecniche e dei segreti dei film che più ha apprezzato. Ha vinto il concorso Tuscia Film Fest, sezione cortometraggi, nel 2012. Ha realizzato il corto “Tracce nascoste”, che verrà proiettato il 29 giugno, con un gruppo di amici più o meno improvvisati attori. E’ un thriller psicologico girato nei fine settimana del 2008 nel casale di campagna di Patrizia Giorgini (coprotagonista), con una videocamera semiprofessionale. Una storia misteriosa con tracce nascoste, con colpi di scena, specie nel finale. Una trama intrigante per coinvolgere lo spettatore. Un genere di film in cui la realtà alla quale si crede di aver assistito si dimostra poi differente da quella che si era immaginato. Un leitmotiv della filmografia di questo interessante autore.

Francesco D’Aloi, classe ’82, regista e operatore, ha conseguito la laurea presso l’Accademia cinematografica nel 2002. Nel frattempo ha cominciato la gavetta con varie produzioni italiane ed estere che si alternavano nei teatri di posa di Cinecittà. Ora ha una casa di produzione che si occupa di cinema e TV con un suo amico conosciuto in Accademia. Ha realizzato vari video musicali, un formato per un canale di Sky e vari cortometraggi. Sta lavorando per un seriale lungometraggio. Nella serata presenterà “Peace Overture”.

Infine saranno presenti alla serata Girardi Daniele e Romagnoli Federico, che fanno parte di un gruppo di cineamatori, che hanno già presentato altri spontanei e creativi blob nella rassegna “I Corti” ideata da Antonietta Valerioti. Presenteranno un trailer commedia realizzato sul set di un teatro amatoriale: “Teatro comico. Niente scene, tutti in scena”

No Comments

Post A Comment